Meet&Greet: La serata della Slow Cooker della Signora Laura

Forse non ve lo siete mai chiesto ma ogni blogger ha accesso ad una serie di statistiche e riscontri per poter tracciare cosa vi interessa di più sul sito. Voi, cari miei, a quanto pare siete proprio parecchio interessati all’argomento Slow Cooker e in tanti mi chiedete informazioni o il ricettario in pdf.

DSC_0187

Dato che mi capita giusto giusto di poter organizzare delle serate in un ristorante, perché non iniziare subito, ovviamente bella autoreferenziale? :D Così ho pensato di prestare per una sera tutte le mie SC allo chef e di lasciargli preparare per voi i miei piatti lentocotti preferiti:

Durante la serate potrete farmi tutte le domande che volete su questa utilissima pentola e, se vi registrerete gratuitamente qui , riceverete anche copia stampata del famigerato ricettario. Sì, la registrazione ci serve per sapere quante copie stamparne quindi se lo volete fatela :D

DSC_08313-301x450

Porterò anche i miei numerosi ricettari a riguardo così che potrete trarre nuove ispirazioni e magari la prossima volta assaggeremo altri piatti tutti insieme!

Venerdì 19 Settembre. Tutti i dettagli li trovate qui, sull’evento Fb. A breve anche sul blog di Agricola Sant’Agnese. Oppure potete scrivermi a info@lasignoralaura.com e/o laura@agricolasagnese.com

Vi aspetto, che mi devo dare un tono che venite a una mia serata ;)

Una piccola novità: #LaSignoraLauraGoesToWork

Non so se ve l’ho spammato abbastanza, ma ho un’occupazione. Sono diventata una di quelle persone che dicono “”devo andare al lavoro“. La cosa suona ancora strana anche a me :D

unnamed

Le cose si sono svolte più o meno così: mando un messaggio a Davide (Mingiardi n.d.r) per non mi ricordo più cosa e lui non mi risponde. Al terzo giorno di attesa lo insulto, con tanto affetto of course. Lui mi risponde che è molto preso con il lancio del nuovo locale e butta li la battuta “che per caso ti interesserebbe…” con tanto di faccino che ride. Io dico parliamone. Dal parlare si passa a provare, un po’ in sordina a Luglio e poi alle riflessioni sotto l’ombrellone durante le vacanze ed infine eccoci qua. A fare la social media manager, che ci metterò sei giorni a spiegarlo a mia nonna cos’è che vuol dire.

1012447_749080561801867_5618961562850237667_n

Vuol dire che, Fb e Twitter a parte, posso impossessarmi di una trattoria con winebar per creare eventi per divertirci insieme e per cercare di far star bene le persone insieme, nella vita reale e non solo sui social. Io penso che mi divertirò molto.

Sto pensando per voi e mi si accavallano tante di quelle idee che credo ci voglia il proverbiale profondo respiro e attimo di calma e di assimilazione della novità, altrimenti qua penso 100 cose e ne organizzo zero. Poi Davide mi licenzia :D

Intanto abbiamo già lanciato #cenaunavolta che una volta al mese io farei edizione speciale single.

bannerfans_13431849

Poi ho pensato, dato che ricevo moltissime email piene di domande riguardo alla slow-cooker, potremmo fare una serata in cui prepariamo qualcosa con la suddetta pentola e potete farmi tutte le domande che volete dal vivo. O anche sulla dieta. Un meet and greet con la Signora Laura insomma. Ovviamente è tutto per darmi un tono così sembro davvero una che di social ne sa :D

Di sicuro c’è che ho già progettato il furto delle chiavi e il cambio della serratura per Halloween. Sarà il party più dark di Milano. O almeno ci si prova :) E ho già le mie idee per Natale…ve l’ho detto, troppo entusiasmo!

Se vi va passate a farvi un brindisi con me e ad augurarmi in bocca al lupo, ora sapete dove trovarmi quasi sempre ;)

IMG_5232

A presto!

Zuppa di pollo per l’anima

Autunno. Forse è un po’ presto per pensare all’autunno ma in fondo, quando mai è arrivata l’estate? E così la stagione delle maniche lunghe e delle tazze di tè fumanti si è protratta, portando con se anche le zuppe.

Durante la mia breve vacanza ad Amsterdam ho notato quanto fossero amate e onnipresenti in ogni menù e alla fine mi sono decisa a provarne una anch’io: la zuppa di pollo.

10584081_763107100399213_260764505182570412_n

Saporita, nutriente e rinfrancante! Così una volta a casa ho voluto provare a rifarla ma, che vi devo dire, non ho proprio la mano nordica in cucina quindi il sapore non c’entra una beata fava. Ci lavorerò. Perché sebbene questa di Jamie Oliver sia molto buona io vorrei ritrovare il gusto di quella…son pur sempre ricordi no?

(per 2 porzioni molto abbondanti o 3 normali)

  • 4 carote
  • 4 coste di sedano
  • 500 gr di petto di pollo intero
  • 1 cipolla
  • alloro
  • prezzemolo
  • aglio
  • olio, sale, pepe, burro

Per comodità se avete una di quelle pentole per la pasta con lo scolapasta estraibile usatela. Metteteci due carote, due coste di sedano e la cipolla tagliati grossolanamente. Aggiungete l’alloro, il sale, il pepe e il pollo. Ricoprite tutto con 3 litri d’acqua per una zuppa normale o 5 per una zuppa a cui volete aggiungere la pasta. Lasciate bollire per 1 ora, schiumando di tanto in tanto l’eventuale grasso. In una pentola a parte versate un filo d’olio e una noce di burro. Scaldate il tutto e soffriggete uno spicchio d’aglio tritato e un mazzetto di prezzemolo tritato.  Affettate finemente (io ho usato il robot da cucina) due carote e due coste di sedano e aggiungetele al soffritto. Unite infine il pollo, sfaldandolo con due forchette e ricoprite tutto col brodo filtrato. Se decidete di unire della pasta (io consiglio spaghettini spezzati o gramigna) aggiungetela ora. Fate sobbollire il tutto, con o senza pasta, per 20 minuti, regolando di sale o pepe se necessario. A piacere potete unire qualche goccia di succo di limone o della scorza grattugiata.

unnamed

Io ho servito la zuppa accompagnata da delle baguette al rosmarino fatte con la mia fedele macchina del pane. Mi ci trovo ancora molto bene, per chi me l’aveva chiesto, l’unica cosa è che ho capito che vengono molto meglio facendo un impasto con 100 gr di farina 00 e 145 di manitoba. Voglio provare con il lievito madre in polvere che ho trovato. Oddio no, speriamo di non rientrare nel trip della panificazione!! Ora ne sto facendo 8 semplici semplici che il marito ha bisogno di una base per la Nutella :D

unnamed-1

Bene, direi che è tutto dal fronte cucina…ora un sorso di brodo di pollo e passa tutto. Pronti per nuove avventure ;)

Settembre, anno nuovo

Sì, lo so, non scrivevo dal 13 Giugno. Shame on me.

Ultimamente devo dire che ho lasciato indietro parecchie cose, lasciandomi trascinare da altre e ora siamo già qua, a Settembre con un sacco di decisioni da prendere. Lavorativamente parlando. Ma anche progetti, sogni, soli-cuori-amori e cazzi-e-mazzi. Insomma. E’ Settembre e s’ha da rimettersi in pista e combinare qualcosa.

10645239_763107747065815_1965456709727562454_n

Il lavorativamente parlando ve lo annuncerò quando ci sarà qualcosa di definito. Potrebbe essere come no, quindi io faccio la scaramantica e finchè non c’è nulla di ufficiale fischietto e faccio finta di niente.

Per il resto…per qualche malsana ragione mi è tornata voglia di cucinare. Ieri ho fatto la spesa, un bel programma di piatti da provare giorno per giorno e quindi non escludo che si torni a parlare anche di ricette su questi schermi. Incredibbbbole amici.

26994_104417492934847_3462554_n

Sulla wishlist dell’anno nuovo poi, come sempre, ci sono anche i grandi classici: smettere di mangiare così tanti dolci, dimagrire, risparmiare, fare un corso di francese ma forse anche di olandese. Chissà se sarà la volta buona.

E poi ci sono le nuove priorità: dedicare più tempo a me, alla famiglia e agli amici, quelli veri. Quelli che ti sentono un po’ strana e guiderebbero per venirti a prendere a mille e passa chilometri di distanza per riportarti a casa in giornata. Quelli che ti sentono triste, non ti fanno domande ma ti fanno una torta. Quelli che neanche dovrebbero esserci nella tua vita ma che in fondo ringrazi il Cielo che ci siano perché nonostante tutto ti rendono felice, sempre. Quelli con cui organizzare scampagnate last minute o bbq di porco come se non ci fosse una dignità. Quelli che faranno da cavie per il mio ritorno in cucina.

Perché d’ora in poi è tempo che ogni tanto, almeno ogni tanto, una gioia.

Laura is changing and won’t come back. Or the bitch is back. As you prefer.

10634012_764427743600482_4314606822026776325_o

Agricola Sant’Agnese is back in town.

C’era una volta Enocratia. Il locale. Poi è diventata distribuzione e quella c’è ancora. Ma anche il locale c’è ancora, da qualche settimana infatti Enocratia is back. Solo che si chiama Agricola Sant’Agnese. Tutto chiaro? A me abbastanza.

Dietro il bancone c’è sempre lui, Davide Mingiardi e in mescita propone vini di realtà artigianali italiane, prevalentemente biologici e biodinamici, accompagnati per ora non più dalla cucina ricercata di Eugenio Boer ma da stuzzichini vari. Si vocifera anche di un prossimo lancio del menù pranzo.

IMG_5238

IMG_5237

IMG_5232

Io sono stata in Agricola Sant’Agnese per la prima volta mercoledì scorso in occasione di una degustazione tenuta da Lorenzo di Goodmakers.it, che è un network d’acquisto enologico. Tutte le info dettagliatissime sul progetto le potete trovare QUI

IMG_5234

IMG_5242

IMG_5249

Tutti vini ottimi, su tutti Il Barbera d’Asti di Flavio Meistro (Azienda Agricola But) e il Klinec Villa de Mandan, Tocai bianco macerato.

Il mio sogno comunque dopo averli assaggiati tutti (e un aver aggiunto un paio di spritz), l’altra sera, con 36 gradi,  era pucciare i piedi nella vasca del ghiaccio quindi scusate se non sono precisissima su quello che ho assaggiato :D

IMG_5236

Menzione d’onore anche ai formaggi portati da Paolo Leone e al pane…ah, il pane allo zafferano, quanti orgas…eh, no volevo dire, che buono!

IMG_5235

Insomma, una bella serata, un posto che già c’era ma che è come se fosse totalmente nuovo e, per finire, un suggerimento:

10385504_303465509828253_6700558775083293466_n

See you there! Io e le amichette mie ci si va giovedì prossimo ;)

AL Giappo. Sushi, cocktails e tazze bellissime.

Sabato sera sono andata Al Giappo. Che se sei di Milano funziona tipo così:

“oh ma dov’è che hai cenato?”

“Al Giappo, in Via de Amicis”

“Ma il Tokyo Fish? O un altro?”

“No no, proprio al Giappo”

“Sì, ho capito, ma quale giappo?”

E via così per ore che neanche “chi siete, dove andate due fiorini“. Quindi, il ristorante di chiama Al Giappo. Proprio così. E questo l’abbiamo chiarito. Poi io direi anche che è quasi un cocktail bar con cucina giapponese, che forse rende ancora più l’idea. Dietro il bancone Kevin miscela sapientemente alcolici e spezie e consiglia anche il cocktail migliore in abbinamento al menù scelto. Sulla carta dei drink poi una pagina dedicata ai drink ospiti: il Bruschettini di Frog e il Bitter Inside di Andrea, del mitico Pravda ad esempio. Ma anche ricette dal Bulgari e di Oscar Quagliarini.

foto 1Sailor Punch

foto 2Petite Fashioned

foto 2Mezcal (e la tazza bellissima che non sono riuscita a rubare ma che sarà presto in vendita)

Dal lato cibo, un giappo di tutto rispetto che si piazza secondo nella mia personale classifica milanese già al primo assaggio.

foto 3

Philadelphia – Salmon – Avocado rolls

foto 4

Nigiri di anguilla / salmone/ gambero crudo di Mazara del Vallo

foto 5

Chirashi misto

foto 3

Soft sheel crabs tempura (moche)

foto 4

Uramaki di frutta

Tutto eccellente, su tutto le moeche e i gamberi crudi. Originale il dolce, ma io ammetto di essere assuefatta all’abbinamento riso-frutta-sesamo da quando ho assaggiato lo sticky rice col mango a Al Mercato.

Spesa totale con anche i gyoza di gamberi: 85 euro. Onesto.

Insomma, un posto nuovo, consigliatissimo e dove tornerò spesso. Sia per i drink che per la cucina. Che per comprare la tazza.O rubarla.

Al Giappo

Via de Amicis 9

0278621229

 

 

 

 

Vino è Amore. Una serata in Casa Vinicola Zonin per #winetomany

Ho aperto questa pagina stamattina, per scrivere questo post. Avrei dovuto scriverlo già da molto tempo ma poi non lo so, sono fatta così, devo scrivere quando è il momento giusto. Per me. E oggi il momento è arrivato.

E’ stata una giornata strana quella di ieri, ho ricevuto un libro che mi ha fatto commuovere e riflettere, mi ha fatto respirare e guardare il Cielo e pensare che forse è vero che nella vita ci sono una serie di coincidenze, di cose giuste al momento giusto, che possono portarci verso la felicità.

Una delle fortune che ho avuto ultimamente è stata quella di conoscere Giovanna Lazzari, che (e lo dico col cuore) è una delle donne più brillanti, energiche, intelligenti che io conosca. Ed è anche un gran gnocca :D.

10295797_10152093707917199_2818826834681233890_n

Giovanna lavora per Casa vinicola Zonin a Gambellara (Vi) e è stata così gentile da invitarmi ad una serata, #winetomany, in cui si discuteva di come riportare il vino sulle tavole degli italiani. Io e il parlare in pubblico non andiamo proprio d’accordo quindi non è che abbia brillato in inventiva, anzi il mio contributo è stato più o meno questo

10300309_10152093826952199_9122498748112746147_n

ma la serata mi ha comunque dato la possibilità di conoscere delle persone davvero splendide: Dario Loison, pasticcere vicentino che poi ha coccolata inviandomi a casa delle magnifiche colombe e dei biscotti indescrivibilmente buoni

10277811_10152093707197199_98601767444632550_n

Giulia che è un vero vulcano e mi ha fatto ridere tutta sera

10259918_10152093707462199_4736094042772636219_n

Luca che ho scoperto essere molto vicino al paese della persona che ha scritto il libro che vi dicevo. Coincidenze.

10309642_10152093707202199_2383792418976902748_n

Senza contare che quella sera mi è stata data una notizia che è Amore allo stato puro.

E forse questa non è una coincidenza, forse questo era quello che dovevo sentire in quel momento. Quella sera tutto era Amore. Per il vino, per la terra, per le cose che si fanno con passione. Amore che si vuole trasmettere agli altri con una bottiglia, con un dolce inviato a casa, con delle battute o coi ricordi di quando si andava la sera a Bassano perchè “Thiene sì, bella, però la sera…”

unnamed

E allora non so che dirvi davvero, Giovanna e Francesco Zonin. Solo grazie. E un pò grazie a questa strana giornata in cui un libro e un messaggio mi hanno fatto aprire così. E grazie alle coincidenze che mi hanno portato sempre più in questo mondo strano, pazzo e imprevedibile che è quello del vino fatto con Amore. Io, in questo momento, sono felice.

unnamed-1

unnamed-2

n.b: quasi tutte le foto, quelle fighe, sono di casa vinicola Zonin

n.b 2: il piatto bellissimo che vedete nella foto della colomba è di Matino Lapini, aka Longplate, conosciuto sempre grazie alle coincidenze che mi hanno portata nel mondo del vino.

Cucinando con la soup maker: vellutata di asparagi e formaggio di capra

Ho passato settimane, mesi a dire “no, ma io non cucino sul blog…” e invece ogni tanto cedo anch’io e torno a pubblicare ricette. Con la dieta e tutto il resto non sono mai quelle cose meravigliose che affollano i blog, però di questa zuppa sono particolarmente soddisfatta quindi ho deciso di passarvela :)

Della Soup Maker vi avevo parlato QUI. Aggiungo solo una cosa: per pigrizia l’ho messa in lavastoviglie (per nasconderla alla visione di un ospite improvviso mentre era nel lavello) e sbadata come sono poi ho fatto partire il ciclo di lavaggio. Funziona perfettamente e si lava benissimo in lavastoviglie. Quindi ora zuppe tutti i giorni! Odio lavare a mano, si vede? :D

Comunque, fra quello e il non sporcare i fornelli le zuppe vanno davvero per la maggiore a casa mia ultimamente, infatti ho il freezer pieno di verdure…ma passiamo alla ricetta?

unnamed-3

  • 1 cipolla piccola
  • 1 patata sui 300 gr
  • 600 gr di asparagi
  • 800 ml di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di formaggio di capra
  • olio evo

Versate un filo d’olio sul fondo della SM e aggiungete la cipolla tagliata fine. Impostate su low per 3 minuti mescolando spesso. Unite le patate tagliate a cubetti e gli asparagi interi. Regolate su high per 18 minuti, poi spostate su simmer per altri 15. Unite a questo punto il formaggio di capra e frullate fino ad ottenere una consistenza vellutata.

unnamed-4

Ovviamente potete fare anche con una pentola e un frullatore a immersione eh ;) Più semplice di fare una zuppa proprio non c’è nulla! Però quanta bontà e quante poche calorie :D

Io l’ho servita (in balcone, l’unico giorno di sole) accompagnata da un sandwich farcito con filetto di salmone cotto in forno senza nulla e condito con poca salsa tartara e un pò di rucola all’aceto balsamico. Pane integrale, non fatto in casa ma a quello sto rimediando adesso!

E vado anche a preparare la prossima vellutata: patate, zucchine e curry…che ne dite?

A presto!

unnamed-6

 

#FuoriBicchiere2014

Da una “twitterata” e uno scambio di mayor fra La Cieca e Vinoir (per una sera eh!) è nata l’idea del FuoriBicchiere, un percorso nei giorni dell’affollatissimo fuori salone, per mangiare e bere bene. Una serie di offerte pensate per farvi assaggiare, degustare, scoprire ma anche passeggiare e imparare. Con tanto di evento carbonaro per quelli che seguiranno le istruzioni! Siete pronti? A me piace definirlo un FuoriSalone Autogestito…spero che a voi piaccia partecipare! In alto i calici! (In fondo al post trovate il PDF scaricabile dell’evento)

10171295_1392333391044773_484624707_n

I partecipanti:

  • Pavè – dall’ 8 al 13 Aprile, dalle 12 alle 14:30

Via Felice Casati 27
Panino con salsiccia lodigiana cruda, ketchup di peperoni rossi, maionese con senape in grani, spinacino e cipolla rossa + calice di Terrano IGT a 13 euro. (Solo panino a 10 euro)

  • Gelato Giusto – dall’ 8 al 13 aprile, orari di apertura del negozio

Via San Gregorio 17
Fragole al porto con gelato e mandorle tostate, nel bicchiere d’asporto del frappè a 4,50 euro

  • Lattughino - dall’ 8 al 13 Aprile, orari di apertura dei negozi

Via Vigevano 10
Via Anfossi 2
Degustazione di appetizers per due persone (falafel, polpettine di verdura, hummus di ceci con pinzimonio di verdure, olive marinate) + 2 calici di Prosecco Asolo Bele Casel 16 euro

  • Vinoir - dall’8 al 12 aprile, dalle 17 -21:30

Ripa di Porta Ticinese 93b
Un piatto di salumi e formaggi e un calice di vino a 10 euro

10/4 : Surprise Event

  • Hic – dall’ 8 al 13 aprile, dalle 18 alle 23

Via Spallanzani 11
Uno sconto del 50% su tutti i calici, caricando sui social una vostra foto con l’hashtag #hicselfie

  • El Buscia – dall’ 8 al 13 Aprile, dalle 18:30 alle 20:30

Viale Beatrice D’Este 48
il secondo calice, di importo uguale al primo, al 50% di sconto

  • Erba Brusca – dall’ 8 all’ 11 Aprile, per cena

Alzaia Naviglio Pavese 286
Un menù degustazione a sorpresa di 6 portate con vini in abbinamento a 55 euro

  • PastaMadre - dall’ 8 al 13, per cena

Via Bernardino Corio 8
Insalata di carciofi e fave novelle con gamberi rossi
Chitarre con cipollotto bianco brasato, scaglie di pecorino e polvere di olive nere
Totanetti in tempura e puntar elle
Mousse di limone e pistacchio
Vino al calice: Zibibbo di Nino Barraco
Prezzo speciale: 40 euro

  • Taglio - dal 10 al 13 Aprile, sia per pranzo che per l’aperitivo

Via Vigevano 10
Arrosto morbido di guancialino alla Malvasia di Damijan Podversic e morbido di patate in abbinamento ad un calice di Malvasia a 20 euro

  • Fishbar - dal 10 al 13 aprile, negli orari di apertura del ristorante

Via Montebello 7
Fish&chips d’asporto e bottiglia di Kuhbacher Lager a 10 euro

  • La Cieca – dal 10 al 13 Aprile, dalle 22.30 all’01.00

Via Carlo Vittadini 6
Il secondo calice (di importo uguale al primo) scontato al 50%

  • Al Mercato Atomico – dall’ 8 al 13 Aprile, dalle 22:00 alle 24

Viale Bligny 3
Bahn Mi di pollo e calice di vino a 10 euro

  • Il Vinodromo – dall’ 8 al 13 Aprile

Via Salasco 21
Propone ogni sera un evento diverso:

Martedì 8/4: Verticale di Parmigiano Reggiano Az.Agr. Gennari (13 mesi, 24 mesi, 36 mesi), 3 assaggi di vino e “Volume Two” di She & Him, perchè un parmigiano si può abbinare anche all’eleganza rurale del gruppo statunitense. Costo: 25 euro.

Mercoledì 9/4: Tre mini tartare di Manzo (carne da Cascina Cornalba) condite in modi differenti, 3 assaggi di vino e il disco nato dal perfetto abbinamento musicale tra Stan Getz e Bill Evans. Ad ogni soffio di sassofono un morso, ad ogni tasto di piano un sorso. Costo: 25 euro

Giovedì 10/4: Piatto degustazione di pesce crudo, 3 assaggi di vino e “Creature Deams” di Tokimonsta. Perchè ciò che può apparire freddo ed essenziale alla nostra bocca e alle nostre orecchie, può scaldare una serata. Costo: 25 euro.

Venerdì 11/4: Degustazione di 3 rum con tris di dolci e “Home Again” di Michael Kiwanuka. Casa è dove ci si sente accolti. Da un bicchiere, dalla dolcezza e da una voce. Per meditare con un sorriso. Costo: 25 euro

Sabato 12/4: Selezione di formaggi erborinati, due assaggi di vini passiti e “That’s It” di Mr.T-Bone And His Jamaican Liberation Orchestra. Un’ intera orchestra musicale per liberare un’orchestra di sensazioni gustative. Costo: 25 euro

#viniacasamia
location segreta
Domenica 13 Aprile ci sarà anche il main event del FuoriBicchiere, grazie all’ospitalità di #viniacasamia infatti potrete degustare dell’ottimo vino Varramista e tante altre sorprese…a costo zero!
(Segnalate la vostra partecipazione tramite twitter a @viniacasamia, seguitelo e seguite @fuoribicchiere…il luogo dell’evento vi verrà comunicato. Forse) (Se non avete twitter vi vogliamo lo stesso, scrivete a info@lasignoralaura.com)

** Update 7/4: Signori, FuoriBicchiere ha avuto una candidatura spontanea e noi ne siamo ben felici, quindi vi segnaliamo:

  • Vinello A Milano, dall’8 al 13 negli orari d’apertura del negozio

Piazzale Veronica Gambara 4

Calice di Bonarda Bio  dell’ Az. Agr. Gruppo Vignaioli di San Colombano al Lambro (Mi) più pane e salame di Soncino a 5 euro **

Extra FuoriBicchiere

I piatti Longplate, creati da Martino Lapini e Domenico Montemurro, porteranno la musica in tavola durante la settimana del design con un’iniziativa Al Fresco. I piatti che hanno l’aspetto di vinili, diventeranno un mezzo per consumare le portate dello chef Kokichi Takahashi e contemporaneamente per veicolare musica.  Per l’occasione verrà prodotta una limited edition che lancerà in esclusiva The Next One, il nuovo album di Tommy Bass, artista della scena elettro-funk italiana.

Ristorante Al Fresco

Via Savona 50, Milano.

Dall’8 al 13 aprile 2014 – http://www.longplate.com

unnamed-5

10171295_1392333391044773_484624707_n

#FuoriBicchiere2014

Scaricate il pdf dell’evento QUI

1 2 3 21